Un giorno by David Nicholls

Un giorno di David Nicholls mi è stato raccomandato da una amica che mi ha detto “è una sorta di chick lit con il botto“, vero, forse il libro merita un pò più di attenzione, si può mettere in categoria “narrativa contemporanea” , attenzione perchè questa non è la solita storia d’amore (c’è una bella sorpesa).

Un giorno

Non definirei questo romanzo “un capolavoro” , ci sono parecchi stereotipi e situazioni già viste ma nel complesso è piacevolissima e dopo qualche pagina mi sono trovata completamente assorta nella storia di Dexter ed Emma.

15 luglio 1988. Emma e Dexter si conoscono il giorno della laurea e quasi passano la notte insieme, non succede niente ma forse accade tutto, Emma e Dexter provano quel tipo di accade-una-sola-volta-nella-vita sintonia e non si perdono di vista, diventano amici

Una delle mie frasi preferite:

“This is me.’” He handed her the precious scrap of paper. ‘Call me or I’ll call you, but one of us will call, yes? What I mean is it’s not a competition. You don’t lose if you phone first”

Ogni capitolo copre lo stesso giorno, il 15 di luglio, dal 1988 fino al 2007, alla fine della storia Em e Dex diventano tuoi amici, mi sembra di conoscerli da vent’anni.

Nicholls rende omaggio a Fitzgerald (nel personaggio di Dexter) senza raggiungere quella qualità di Belli e Dannati, Dex è più vanesio che affascinante ma ha un lato positivo e il personaggio è reso molto bene.

Dex è un ragazzo giovane e bellissimo ma con poca voglia di impegnarsi e senza doti particolari, negli anni si trasforma in un vj televisvo ambizioso e arrogata, fa abbondante uso di stupefacenti, beve, è concentrato solo su sè stesso, è dipendente dal sesso, raggiunge presto quel livello in cui neppure fascino e senso dell’ironia lo rendono minimamente sopportabile.

Emma è una studentessa modello, intelligente, ha talento ma non ha fiducia in sè stessa, non insegue fin da subito quello che desidera davvero e si rassegna a fare la cameriera, le piace Dexter ma non fa nulla per far si che accade qualcosa.

Dex vs Em:

* completamente disinteressato alla politica vs attivista

* sufficienza vs lode

* bellissimo vs carina (ha i capelli rossi . gli occhiali come quelli di Harry Potter, qualche chilo di troppo)

* famiglia benestante vs famiglia operaia;

* superficiale vs sensible;

Dex mi piace e si piace sono quando è con Em, Nicholls è bravissimo a rendere l’idea di una amicizia, i dialoghi, i pensieri di lui e lei fanno di questo libro una bella commedia romantica.

Cosa mi è piaciuto:

* batti e ribatti tra Em e Dex, le conversazioni, il senso dell’ironia, le battute;

* il personaggio di Emma, Prezioso. Emma ha una qualità che per me è sempre fontamendale in una eroina che si rispetti: il sarcasmo;

* le bellissime citazioni:

‘They spoke very little of their mutual feelings: pretty phrases and warm attentions being probably unnecessary between such tried friend.’ – Thomas Hardy, Far from the Madding Crowd)

Quello che non mi ha convinto di questo libro è il fatto che Nicholls si focalizza quasi esclusivamente su personaggi e dialoghi ma perde l’opportunità di definire anche un contesto sociale di riferimento, la storia copre venti’anni ma quasi non ho percepito il passare del tempo, ci sono pochissime referenze a quello che accade intorno a Dex e Emma.

Per proseguire con le mie riflessioni dovrei per forza svelare qualcosa di importante ma non voglio farlo, dico che il finale mi ha lasciato con un bel sorriso e lo stomaco chiuso. Tante le riflessioni.

Questo è un romanzo che si legge in un giorno (anche se non è cortissimo), delizioso e perfetto da portare in vacanza.

Potrebbe essere la sceneggiatura di un  film e infatti Anne Hathaway and Jim Sturgess sono stati scelti come protagonisti di film che sembra verrà presto realizzato.

Se potessi scegliere una canzone sarebbe Unfinished sympathy dei Massive Attack

I know that I’ve been mad in love before
And how it could be with you
Really hurt me baby, really cut me baby
How can you have a day without a night
You’re the book that I have opened
And now I’ve got to know much more
The curiousness of your potential kiss
Has got my mind and body aching
Really hurt me baby, really cut me baby
How can you have a day without a night
You’re the book that I have opened
And now I’ve got to know much more
Like a soul without a mind
In a body without a heart
I’m missing every par

Il mio voto: 4/5

Em

Annunci

5 risposte a “Un giorno by David Nicholls

  1. Un giorno mi è piaciuto. Ancora non mi decido se è meglio aspettare il giusto corso del tempo o è “inutile” non cogliere l’attimo? Nel frattempo perdo/prendo tempo…

  2. se si potesse scegliere! io sono per il cogliere l’attimo però è sempre anche questione di coordinazione
    Grazie per il commento

  3. Da quanto ho letto su di te non puoi non farti prendere dalla piccola “Pepite” de “gli effetti secondari dei sogni”. Strano che non ti sia passato di mano!

  4. sembra molto interessante il fatto è (vedi commento di oggi) che trascuro parecchio tutto ciò che non è scritto in inglese (con qualche rara eccezione), cmq questo libro mi ispira moltissimo grazie per la dritta!

  5. L’ho letto e mi è piaciuto.
    Ma la canzone che associo a questo libro è Compagni di Viaggio di DE GREGORI. ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...