Archivi categoria: LGBT

Angeli Pericolosi di Francesca Lia Block

Angeli Pericolosi di Francesca Lia Block non è il solito fantasy per ragazzini, è un libro molto particolare che presenta una mix di generi: fantasy, romance, pop culture, punk.

In tre aggettivi: anticonformista, surreale, delicato.

Angeli Pericolosi di Francesca Lia Block

Dal sito della Feltrinelli:

Weetzie Bat è una ragazzina con i capelli colorati, un giubbotto nero da motociclista, vive a Los Angeles e cerca l’amore perfetto. Non nella città che conosciamo, almeno non esattamente, ma in una landa fatata dove tutto è possibile, dove si sposano luci e ombre, oscurità e splendore. Assieme ai suoi amici, Weetzie parte per trovare il fidanzato e la vita dei suoi sogni, tra tentazioni e pericoli terreni e ultraterreni, fate e tossici e spacciatori e vampiri e rockstar, piacere e dolore e tenerezza, zucchero filato e rasoi, in una prova insuperabile di realismo magico che ricorda “una Isabel Allende post punk, una JK Rowling più adulta e scafata, cresciuta alla corte dei Sex Pistols e magari dei Green Day invece che sotto l’ala protettrice di Tolkien” (Publishers Weekly).

Inizio con il dire che lo stile narrativo di Lia Block non c’entra assolutamente nulla con quello della Allende o della Rowling, a dire la verità questo libro non c’entra praticamente nulla con il fantasy, ci sono elementi di fantasia ma il contesto di riferimento è Los Angeles ed è tutto molto reale.

Tuttavia Angeli Pericolosi è il primo di una serie di sei (Dangerous Angels in inglese) quindi può darsi che l’elemento fantasy venga sviluppato nei libri successivi (che non ho letto).

All’inizio della storia Weetzie si confronta con tipiche problematiche adolescenziali: il divorzio dei genitori (la madre è una ex attrice di b-movies,  il padre vive ora a New York e fa lo sceneggiatore), l’amicizia (è innamoratossima del suo migliore amico Dirk, che però è omosessuale), l’amore.

Quando la nonna di Dirk muore lascia il suo Bungalow a Weetzie e Dirk, i due crescono e  si innamorano ma invece di andare ciascuno per la propria strada,  decidono di vivere tutti insieme (Weetzie, Dirk e i rispettivi compagni) come una grande famiglia.

Non voglio dire di più sulla trama per non rovinare la sorpresa, tuttavia questi secondo me sono i punti chiave:

* ci si riesce ad immedesimare con i personaggi? non troppo

* lo  stile è scorrevole/sferzante/a tratti surreale

* il tema della famiglia e delle convenzioni sociali: chi stabilisce che cosa è normale e cosa no? chi l’ha detto che una famiglia deve essere fatta in un certo modo?

* il tema dell’amore e della comprensione

* i nemici nel mondo in cui viviamo (cattiveria, invidia, solitudine, aids)

Playlist:

X – Los Angeles
Ladies of the Canyon – Joni Mitchell
Iggy Pop – Lust for Life
Winter – Tori Amos
Wild World – Cat Stevens
Dancing Barefoot – Patti Smith
Free Falling – Tom Petty
Electricity – OMD
Wild Thing – The Troggs
Real Wild One – Iggy Pop
Louie Louie by anyone
Secret Agent Man – Agent Orange
I want your hands on me – Sinead O Connor
Emperor’s New Clothes – sinead O’ Connor
Thank you – Alanis Morisette
Breathe me – Sia
Think pink – the fabulous poodles

Vi invito a leggere questa bellissima recensione su Libri Metropolitani.

Mio voto: 4/5

Em