Libri assolutamente da leggere (YA)

Questi sono i libri nel genere YA (young adult) che secondo me vanno assolutamente letti:

1.  Hunger Games di Collins Suzanne (e anche Catching Fire, tuttavia non è ancora stato tradotto)

2. Nick e Norah. Tutto accadde in una notte di Levithan David e Rachel Cohn

3.  Cercando Alaska di John Green

4. French Kiss. Diario di una cotta di Sarra Manning

5. Sloppy First Megan McCafferty ( non è ancora  tradotto in italiano), il primo libro di una serie stupenda che ho letto, riletto, consumato, qui due righe che ho scritto sul personaggio maschile nel mio blog inglese

6. Jellicoe Road di Melina Marchetta (non ancora tradotto in italiano, tuttavia anche “Terza Generazione” è molto bello)

7. Graceling di Kristin Cashore (e anche il “seguito” Fire), bellissima storia d’amore ambientata in un contesto fantasy

8. Il Bianco e il Nero di Malorie Blackman, intenso, brutale, una storia che lascia senza fiato

12 risposte a “Libri assolutamente da leggere (YA)

  1. A volte mi succede di non avere una adeguata lunghezza di braccia per poter inforcare gli occhiali.
    E lassù, al di là della luce, non è sempre facile schivare il volo degli uccelli, soprattutto senza aiuti da quatrocchi. Ma tutto sommato la mia l’esperienza estraniante da intellettuale svampita non mi dispiace. Spesso la distanza aiuta.
    È per questo che leggo con piacere il tuo blog, per trovare spunti di lettura interessanti e per aver la possibilità di trovare un’altra testa tra il bianco spumeggio delle nuvole.
    Una domanda però, come mai nei titoli dei libri da leggere “assolutamente” non ci sono testi italiani?

  2. perchè leggo pochissimi libri ya italiani, tuttavia ci sono libri italiani che ritengo siano assolutamente da leggere 🙂 ma sono tutti abbastanza seri

  3. Nn ho letto nessuno di questi libri.Solo cercando Alaska e nn mi è piaciuto per niente,non so cm mai.

    • non sei la prima che mi dice che ha detestato Cercando Alaska…capita alle volte proprio un libro non va giù, io per esempio ho detestato Shiver della Stiefvater che è piaciuto quasi a tutti.
      Però Sarra Manning te la stra-consiglio è “puro divertimento” stile Meg Cabot…davvero davvero brava come scrittrice

  4. Infatti mi ispira tantissimo!Sarà uno dei prossimi che comprerò.Poi ti faccio sapere!

  5. Ho appena finito di leggere la serie di Jessica Darling di Megan McCafferty – primo installment “Sloppy Firsts”, solo in inglese, sorry – e credo che potresti benissimo inserirla nella lista. Ho 34 anni e non so neanche da dove cominciare a spiegarti quanto mi è piaciuta, ho comprato il primo libro e poi ho contato le ore fino a che non mi sono arrivati gli altri. Te la consiglio!

  6. Cara Lisa la serie della McCafferty è una delle mie preferite in assoluto di sempre, i primi due libri li avrò letti decine di volte e Marcus Flutie è da sempre il mio personaggio Ya preferito (qui il mio post sul tema:
    http://emilyandherlittlepinknotes.com/2010/05/08/marcus-flutie-crush-analysis-jessica-darling-series-by%C2%A0megan%C2%A0mccafferty/) di anni ne ho 29 ma questa serie è stata come me negli ultimo 10 e un mi sa che mi ha parecchio influenzato…hai ragione è in inglese ma dovrei inserire qui il titolo, ora lo metto!
    Se questa serie ti è piaciuta così tanto ti stra-consiglio la serie Secret Society Girl di Diana Peterfreund (non tradotta), il primo libro è lento e succede poco ma dal secondo in poi non riuscirai a staccarti un minuto!
    Grazie per il commento, ora con le vecanze natalizie cercherò di tornare a scrivere nuovi post 🙂

  7. Pingback: Eccomi | La mia testa fra le nuvole

  8. Ho seguito il tuo consiglio e il libro della Peterfreund sta già aspettando di essere letto nella mia libreria. E fino a qualche giorno fa era vicino ad un altro libro che ho acquistato grazie alla tua recensione, ossia Jellicoe Road – in lingua originale – che veramente, veramente mi è piaciuto tantissimo. Grazie!
    E’ un peccato che i libri della McCafferty non siano accessibili al pubblico italiano ma d’altronde – e io sono traduttrice – mi vengono i brividi solo al pensare alla povera donna che dovesse avere il compito di tradurli, tanto sono culture-oriented.
    Ah, Marcus Flutie….

  9. Volevo leggere il tuo post su Marcus linkato sopra ma non funziona….

  10. Ho letto il primo della Bray ma non mi ha fatto impazzire e sinceramente non so neanche spiegarti il perché. E’ uno di quei libri che mi hanno lasciato un po’ con l’amaro in bocca, come “The Forest of Hands and Teeth”.
    Grazie per i consigli, ti ho trovato su Goodreads, adesso ti seguo lì.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...