La ragazza fantasma di Sophie Kinsella

Lara Lington ha sempre avuto un’immaginazione iperattiva (del resto è un’eroina made by Kinsella) ma di sicuro non è normale che  giovani professioniste in carriera ricevano visite  da un fantasma,  giusto?

Quando lo spirito di Sadie, una zia antenata, compare nella vita di Lara ignorarla è impossibile, certo i fantasmi non hanno consistenza ma Sadie sa come imporsi e imporre le sue idee sull’amore, sullo stile, addirittura sul ballo.

Lara può impazzire oppure reperire una collana scomparsa che apparteneva a Sadie più di settanta anni fa, solo così Sadie potrà riposare in pace.

Facile se non fosse che Lara ha non una ma mille distrazioni: la sua migliore amica nonchè socia è partita all’improvviso per Goa, la sua società non sembra decollare, l’uomo perfetto l’ha scaricata.

Insomma è un periodaccio…

Gli ultimi libri della Kinsella non mi avevano troppo convinto (soprattutto La Regina della Casa) ma con il personaggio di Lara Sophie ritorna in testa alla classifica delle mie scrittrici chick lit preferite.

Innanzitutto quando compro un suo libro so che posso contare su cinque/sei ore di pura commedia, tante scrittrici partono bene ma poi vogliono crescere e aggiungono contenuti più seri, con Sophie invece so che vado sul sicuro, non corro il rischio di over-drama e poi la Kinsella è rimasta l’unica che insiste sulla fascia 20-30 anni, quella che interessa a me 🙂

Lara per esempio ha 27 anni, non ha ancora trovato l’amore con A maiuscola (anche se lei pensa di si), c’è parecchia confusione nella sua vita, è assolutamente adorabile, non  sarà Becky Bloomwood ma ci sono dei punti in comune.

All’inizio ero incerta su questo libro per via della presenza “paranormale” invece il personaggio di Sadie è davvero ber riuscito, per dire tutta la verità sono sicura che se questo libro fosse stato scritto da qualcun altro lo avrei probabilmente scaraventato contro il muro ma la Kinsella potrebbe scrivere la lista della spesa e io mi divertirei a leggerla!

Scene preferite: quelle in cui Lara parla da sola, quella in cui Lara irrompe nel meeting e chiede a Ed Harrison di uscire con lei (si può morire per troppo imbarazzo? ), la scena del ballo.

In più qui ci si emoziona anche, si prova un pizzico di melanconia ma in senso positivo.

Non è I Love Shopping ma è tenero, divertente e mai volgare.

Altre opinioni:

Pensieri e Pasticci

Il Bibliofilo

Il mio voto: 4/5

Em

Annunci

7 risposte a “La ragazza fantasma di Sophie Kinsella

  1. concordo: è uno dei romanzi più spassosi degli ultimi anni
    grazie per la citazione

  2. Ho letto solo un libro di lei. Troppo poco per poter esprimere un parere complessivo e generale sulla sua opera e sul suo stile. Posso dirti che mi piacque moltissimo l’assenza di volgarità, l’ìironia e la semplicità con cui scriveva. “LA regina della casa” (il libro che lessi) non è una storia stupida. E’ rilassante, ma non stupida.

  3. li ho letti tutti i libri della Kinsella…ogni estate ne leggo almeno 1, La regina della casa è forse quello più “scontato”, ti consiglio di leggere questo oppure “I love shopping” che in tempi di crisi può suscitare antipatia ma è davvero spassosissimo

  4. Oddio!Altro libro adorato made by Kinsella!é sicuramente quello che mi è piaciuto di più dp I love shopping!Semplicemente fantastico!Lara è trp dolce,a volte mi ricorda Becky,ma penso che la vera protagonista sia Sadie.Uno dei personaggi più riusciti della Kinsella.Io ho letto la regina della casa,è vero nn era staordinario ma neanche una cosa pessima.Come mai nn vi è piaciuto?
    ps:é uscito I love minishopping,sesto libro della serie di Becky.Nn so se leggerlo.Dal quarto in poi mi manca la magia di questa serie.

  5. Dal quarto in poi,per me,manca completamente la magia.

  6. Ciao, mi sono imbattuta nel tuo blog per caso… e lo trovo molto interessante. Domani sera, a partire dalle 18 mi occuperò de “la ragazza fantasma” durante il programma Booklet, in onda su http://www.radioentropia.co.uk . Se ti va, potresti ascoltarci e lasciare qualche commento sulla nostra fanpage (radio Entropia’s) Booklet. A me il libro è piaciuto, anche se trovo che alcuni schemi della Kinsella si ripetano troppo spesso, sigh. Paradossalmente i libri scritti con il suo vero nome sono completamente diversi!

    • domani sera, va bene ci provo, grazie per la dritta! sono d’accordo gli schemi della Kinsella si ripetono spesso però diciamo che sono libri che si leggono così, perfetti nella loro frivolezza, a me i libri che scrive con il suo vero nome non piacciono ma è una cosa mia.
      Tieni conto che detesto la chick lit impegnata o che cerca di affrontare tematiche “della vita” … con poche rare eccezioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...