Shadowhunters. Città di Ossa

La serie degli Shadowhunters di Cassandra Clare ad oggi prevede tre volumi:

Shadowhunters. Città di ossa

Shadowhunters. Città di cenere

Shadowhunters. Città di vetro

Tuttavia c’è un quarto romanzo che sta per essere pubblicato in inglese City of Fallen Angels.

Questa la copertina del primo volume pubblicato in Italia dalla Mondadori:

La trama dal sito Bol:

La sera in cui la quindicenne Clary e il suo migliore amico Simon decidono di andare al Pandemonium, il locale più trasgressivo di New York, sanno che passeranno una nottata particolare ma certo non fino a questo punto. I due assistono a un efferato assassinio a opera di un gruppo di ragazzi completamente tatuati e armati fino ai denti. Quella sera Clary, senza saperlo, ha visto per la prima volta gli Shadowhunters, guerrieri, invisibili ai più, che combattono per liberare la Terra dai demoni. In meno di ventiquattro ore da quell’incontro la sua vita cambia radicalmente. Sua madre scompare nel nulla, lei viene attaccata da un demone e il suo destino sembra fatalmente intrecciato a quello dei giovani guerrieri. Per Clary inizia un’affannosa ricerca, un’avventura dalle tinte dark che la costringerà a mettere in discussione la sua grande amicizia con Simon, ma che le farà conoscere l’amore.

Questa serie ha avuto e sta avendo un successo incredibile all’estero (vedi fenomeno Twilight e in tutta onestà Cassandra Clare scrive molto meglio della Meyer), per questo mi sono incuriosita e ho letto questo primo volume della serie.

Verdetto: non ho l’età, nel senso va benissimo a 15 anni ma è noiosetta dai 20 in su.

Il genere Urban Fantasy mi piace se l’eroina della situazione è una sorta di Lara Croft o The Bride in Kill Bill, cioè una che spacca, picchia, coraggiosa, intrepida e se serve anche assassina.

Il problema con i libri Urban Fantasy per ragazzi è che le protagoniste sono sempre ragazzine impaurite, spaventate, timide (con l’eccezione di Katniss nella serie Hunger Games di Suzanne Collins che io considero di lunga al di sopra di tutte le altre).

Vedi Bella in Twilight e Vedi Clary negli Shadowhunters. Clary è molto più simpatica di Bella.

Altra questione che non mi convince fino in fondo sono i triangoli: Twilight, Shadowhunters, Wicked Lovely di Melissa Marr… in tutti c’è la questione del triangolo amoroso (aihmè c’è anche nella serie Hunger Games di Suzanne Collins), e a me come routine romantica proprio non mi convince.

Città di Ossa ha comunque molto punti positivi: l’ambientazione (la storia è ambientata prevalentememte a Brooklin, New York),  il personaggio di Simon , il personaggio di Jace, la trama, i dialoghi, il ritmo scorrevole.

E soprattutto: NON CI SONO VAMPIRI (o meglio qualche vampiretto c’è ma con ruoli secondari)

Sembra proprio che il film stia per arrivare.

Recensioni molto più complete della mia:

Cosa ne penso

Diario di Pensieri persi

Il mio voto: 3/5 (ma se avessi letto questo libro a 15 anni sarebbe stato diverso)

Em

Annunci

Una risposta a “Shadowhunters. Città di Ossa

  1. L’ho visto!Ma sinceramente nn mi ha ispirato più di tanto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...