I codici del labirinto di Kate Mosse

«P-a-s a p-a-s… Pas a pas.»
Passo passo? Passo passo cosa? Un vago ricordo affiora dall’inconscio, come una canzone dimenticata da tempo. Poi svanisce.
«Pas a pas» sussurra stavolta, ma non significa nulla. Una preghiera? Un avvertimento? Non ha senso se non si conosce il seguito.

Kate Mosse scrive romanzi ricchi di fascino e di mistero, ho letto sia “I codici del labirinto” che “L’ottavo arcano” e sono entrambi molto belli.

I codici del labirinto di Kate Mosse

In questo libro ci sono due diversi livelli di narrazione.

Nel 2005 Alice Tanner, una archeologa inglese, eredita una proprietà in Francia dalla zia Grace Tanner e decide di recarsi in Francia per visitare la proprietà e lavorare per un pò con  una amica. Nel lavorare  si imbatte in un simbolo che mette in moto una serie di eventi misteriosi, un’immagine che Alice ricorda di aver visto anche nella casa della zia, è la rappresentazione di un labirinto.

Nel 1209 a Carcassona Alaïs Pelletier è una giovane nobildonna, da poco sposata con l’adorato Guilhelm de Mas, un cavaliere, Alais riceve un un libro dal padre che cambierà il suo destino.

Nel marzo dell’anno 1208, il pontefice Innocenzo III bandì una crociata contro una setta di cristiani che abitava la Linguadoca. Oggi essi sono ge-neralmente noti come catari. Allora si definivano bons chrétiens; Bernardo di Chiaravalle vi si riferiva con l’appellativo di albigesi, mentre per il tri-bunale dell’Inquisizione essi erano soltanto “eretici”.

La maggior parte delle persone in Carcassona apparteneva alla minoranza dei catari o ne eratollerante, una setta considerata eretica dalla chiesa cattolica, tra questi il padre di Alais.

(possibili spoilers)

Carcassona viene messa sotto controllo e osservazione dai crociati della chiesa cattolica, il padre di Alais, Bertrand Pelletier, un membro della confraternita Noublesso (una sorta di massoneria segreta), riceve un messaggio da altri affiliati e decide di affidare ad Alais un libro che appartiene alla sacra trilogia del sacro grail.

La trilogia si compone di tre libri: il libro delle pozioni, il libro delle parole e il libro dei numeri, ognuno di questi è stato affidato ad un guardiano ma è giunto il tempo di riunirli.

Alais ha solo 17 anni ed è sposata da solo 6 mesi, coraggiosa in tutto è ancora cauta e riservata nel suo matrimonio con Guilhelm ma ne è molto innamorata nonostante il padre non approvi della loro unione. Alais ha anche una sorella sposata, Oriane, Oriane è tanto bella quanto perfida ed è l’amante di Guilhelm, sia Oriane che Guilhelm si sentono infatti esclusi dall’intenso legame tra Alais e suo padre e trovano conforto l’uno nell’altra.

«Res contr’Amor non es guirens, lai on sos poders s’atura.» Niente può difenderci dall’amore, una volta che ha deciso di esercitare il proprio potere

Giorno dopo giorno Guilhelm si innamora davvero di Alais ma è incapace di resistere alle continue provocazioni di Oriane, quando finalmente la sua relazione con Alais è serena e Guilhelm è diventato un marito attento e devoto, Oriane ne denuncia l’adulterio e accusa Guilhelm di essere ritornato dalla moglie per appropriarsi del libro (un libro di cui Oriane non dovrebbe neanche conoscore l’esistenza, Alais realizza quindi il  tradimento).

Resa prigioniera nella sua stanza da Oriane (determinata a farsi consegnare il libro) Alais scappa e cerca rifugio presso Esclarmond, una guaritrice che vive in paese e suo nipote Sajhe.

Guilhelm resta solo intrappolato in una rete di menzogne .

«Sì.» Lasciò che la parola scivolasse fra le labbra. «L’amavo più di qua-lunque altra cosa al mondo. Purtroppo però non capivo quanto fosse pre-zioso, e fragile, l’amore… finché non ho rovinato tutto con le mie mani.»

Nel mentre Alice inizia a ricercare informazioni sulla connessione tra il simboli del labirinto, la storia della zia e gli incubi che la tormentano, quello che non sa è che ci sono persone disposte a tutto per ottenere le stesse informazioni. Il tesoro dei catari ha un grandissimo valore e i membri attuali della Noublesso Veritable sono incaricati di proteggerlo, tra questi il carismatico Audric Baillard.

Quando l’amica di Alice scompare la storia si trasforma in un thriller.

Sul finale del libro si ha davvero la sensazione di essere stati in un labirinto, il libro ha ritmo e unisce una trama eccellente con teorie interessanti.

I codici del labirinto si focalizza sul concetto del sacro grail e personalmente mi ha incuriosito ad investigare e scoprirne di più sul tema (e mi è piaciuto forse più del codice da vinci).

Mi sono piaciute molto le riflessioni, le osservazioni affidate ai dialoghi, questa è una storia che parla di tolleranza, coraggio e integrità.

La storia d’amore tra Alais e Guilhelm è ben lontana dall’ideale e  introduce un concetto di amore coraggioso e non convezionale per un best seller.

Mosse è una scrittrice di talento e credo meriti una chance.

Mio voto: 4/5

Em

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...