Ti dedico una canzone di Sarah Dessen

“The best way out is always through”

Sarah Dessen è una delle mie autrici preferite, il genere sarebbe romantic Ya (cioè libri per ragazze, giovani adulte dove non accade nulla di paranormale, non ci sono vampiri o cose così…).

In Italia sono stati pubblicati solo due dei sui libri e uno di questi è Ti dedico una canzone (a me questo titolo proprio non piace, in inglese il titolo è Just Listen, molto più bello).

La trama dal sito di IBS:

Owen non ama la musica, Owen vive per la musica. Lavora con la musica, cammina con la musica, parla attraverso la musica. E dopo la musica, nella “religione” di Owen, c’è la verità: lui crede che negarla o semplicemente nasconderla non serva a nulla. Annabel invece è una di quelle ragazze che apparentemente hanno tutto: bellezza, bravura, popolarità, amicizia. Ma a lei sembra di non avere più niente da quando la sua migliore amica la evita. E il perché è una verità scomoda che non ha il coraggio di tirare fuori. Una verità sepolta come i desideri che non riesce a esprimere, le decisioni che non riesce a prendere. Fino a quando in questo mondo ovattato e triste, pieno di bugie di cristallo, arriva Owen, per insegnarle a non giudicare, ma solo ad ascoltare: ad ascoltare la musica, ad ascoltare se stessa, a far esplodere il suo cuore.

Le ragioni per cui adoro i libri di Sarah Dessen (ed è vero che si assomigliano un pò tutti ma sinceramente non è che mi interessi molto, a me piacciono tutti) sono:

* i personaggi sono sempre credibili, ben costruiti e Annabel non fa eccezione;

* sono libri che trattano di problemi adolescenziali (e non solo) con realismo, senso dell’umorismo ed ottimismo. Disordini alimentari, dinamiche della scuola, ossessione per la bellezza, problemi familiari. Non ho mai la sensazione che la Dessen mi sta facendo una lezione, semplicemente racconta delle storie credibili (Non pensare o giudicare, semplicemente ascolta)

* confesso che è impossibile non innamorarsi dei personaggi maschili creati dalla Dessen, Owen è appassionato di musica, si esprime attraverso la musica è la sua regola nella vita è dire sempre e comunque la verità…

Non vorrei suonare nostalgica ma quando avevo 16 anni ogni giorno preparavo o ricevevo mix di cassette o cd, le scambiavo con amiche, amici, fidanzati. Sicuramente era  un modo per impressionarci a vicenza e sembrare interessanti agli occhi degli altri, tuttavia era anche un gesto dolce, personale, il processo richiedeva tempo e pazienza.

Da quando ci sono mp3 e ipods queste cose non si fanno più e a me sinceramente mancano parecchio.

A livello personale Ti dedico una canzone introduce un punto di vista interessante sul come gestire conflitti, disaccordi e litigi…io sono terribile in queste situazioni, nel senso che sono passiva e odio litigare, mi tengo tutto dentro.

Potrei provare ad utilizzare qualcuna delle tecniche che Owen spiega ad Annabel e vedere se funzionano.

Il libro è scorrevole, rapido…sotto l’ombrellone sarebbe perfetto.

Mio voto: 4/5

Em

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...